Trasporto fai da te o con ditta? Pro e contro…

Tra le varie decisioni chi deve effettuare un trasloco dovrà pensare se effettuare un trasporto fai da te o con ditta. Tutte le fasi di un trasloco possono essere svolte in autonomia o con il supporto di una ditta di traslochi: l’imballaggio, il trasporto, il carico e scarico. Potete decidere se fare tutto da soli, se affidarvi in toto o solo in parte a dei professionisti. L’importante è che siate consapevoli dei pro e dei contro di tutte le circostanze. Analizziamo, in questo articolo, il caso del trasporto durante un trasloco.

Trasporto fai da te o con ditta? Il fai date…

Nella scelta tra trasporto fai da te o con ditta ci si può accontentare del fai da te in alcune situazioni:

  • si tratta di un piccolo trasloco con poco e semplice materiale;
  • avete mezzi e capacità adatte per traslochi più complessi.

Ovviamente, il fai da te, viene scelto soprattutto in vista di un risparmio economico, tuttavia bisogna considerare anche la probabilità di incorrere in determinati rischi, come il danneggiamento degli oggetti trasportarti. Sicuramente ci sono dei casi in cui è preferibile utilizzare la propria automobile come nel trasporto di una pianta particolarmente delicata e bisognosa di attenzioni.

Trasporto fai da te o con ditta? Con la ditta…

Nel dubbio tra il fai da te o la ditta è meglio optare per la ditta nel caso in cui abbiate una grande e difficile mole di roba da trasportare. La ditta può aiutarvi non solo nelle fasi di carico e scarico, ma potete contattarla e chiedere un preventivo anche per il solo noleggio del furgone con l’autista. La ditta specializzata nei traslochi farà attenzione a posizionare gli scatoloni all’interno del camion in modo strategico per evitare urti ed eventuali danni, penserà a progettare il tragitto più comodo e sicuro, specialmente nei traslochi a roma o nelle grandi città.

Trasporto fai da te o con ditta? Perché non entrambe?

Chi ha detto che si può avere pro e contro di una sola delle due soluzioni? Perché non provare a combinarle insieme per compensare i vantaggi e gli svantaggi di entrambe le idee proposte?

Potremmo pensare di rivolgerci ad una ditta di trasporti per l’imballaggio di oggetti delicati per poter essere trattati come tutti gli altri nostri beni.

Basti pensare all’imballagio dei quadri, opere d’arte o cristalleria troppo fine ed elaborata come un lampadario antico. In tal caso conviene certamente rivolgerci ad una ditta di traslochi che provvederà ad occuparsi dell’imballo per conto nostro e soprattutto, nel miglior modo possibile e con tutte le precauzioni necessarie. Mentre, per quanto riguarda il trasporto, potremo pensarci noi nel caso avremo a disposizione dei mezzi sufficientemente capienti o adibiti correttamente per il trasporto di cui avremo necessità.

Oppure perché non provare ad occuparci noi dell’imballaggio di mobili, e lasciare poi che sia la ditta di trasporti a caricarli, trasportarli e risistemarli nella nuova abitazione? Lasciandoci, quindi, il tempo di riposare o di occuparci di altre questioni. In questo caso dovremo concordare con la ditta il giorno in cui effettuare il trasloco, le dimensioni e peso dei mobili, il piano in cui abitiamo, sia quello di partenza che quello di destinazione, la possibilità di sostare in luoghi adibiti a parcheggi comuni, soste in strada o quant’altro.

Un’altra alternativa è quella di richiedere ad una ditta di traslochi specializzata la possibilità di noleggiare un mezzo, con o senza conducente, per il tempo necessario al trasloco. In tutti i casi proposti, potrebbe essere utile chiedere un preventivo e, magari, anche un sopralluogo che consentano alla ditta specializzata di determinare in maniera più dettagliata possibile i problemi che possono sorgere ed i relativi costi da sostenere per un trasloco comodo, veloce ed in sicurezza.

 

Share this...
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter