Traslochi economici Roma

Consigli e suggerimenti su come fare traslochi economici Roma, dalla preparazione al trasporto, tutto quello a cui si deve pensare per risparmiare.

Come fare traslochi economici Roma?

Si sa, nella capitale poche cose sono economiche. Tuttavia esistono sempre trucchi e modi diversi per risparmiare, anche in un trasloco! Sapere come cercare traslochi economici Roma è  importante per vivere il trasloco con maggiore tranquillità e serenità. Sapere cosa guardare e come valutare il prezzo di ogni elemento è importante per evitare di cadere in imbrogli o furberie. Ricordate che il prezzo più basso non è sempre sintomo di convenienza.

Traslochi economici Roma: alcuni costi da ottimizzare

Parlando di una città così grande è sottinteso precisare che il primo fattore a determinare il prezzo di un trasloco è il trasporto dal punto di partenza a quello di arrivo. Su questo punto è difficile risparmiare più del possibile, non si possono accorciare le strade. Un posto vicino rimane vicino e uno lontano rimane lontano!

Le uniche opportunità di risparmio sono le date la ditta vi proporrà. Probabilmente, in quelle date, la ditta dei traslochi avrà anche altri clienti da soddisfare. Questa situazione si traduce in una pratica chiamata “groupage”, in cui  nello stesso giorno la ditta farà più traslochi fra loro vicini. Questa metodologia consente alla ditta di completare queste consegne. Inoltre aiuta a ridurre i costi come benzina e operai, dividendoli fra i vari clienti. Per questo motivo vi consigliamo di accettare una delle date proposte dalla ditta di traslochi.

Oltre questo escamotage, ci sono tanti altri modi per riuscire ad ottimizzare i costi.

trasloco economico a romaInnanzitutto cercare di preparare il più possibile il lavoro, provando ad imballare autonomamente piccoli oggetti. Lasciate alla ditta di trasloco solamente mobili e accessori più grandi, complessi o delicati, risparmiando, così, su materiale e tempo.

O addirittura potreste pensare di smontare ed imballare voi stessi i vari mobili, lasciando così agli operai della ditta di traslochi l’unico compito di caricarli e trasportarli fino a destinazione. Inoltre, giunti nel nuovo appartamento, bisognerà rimontare i vari mobili. Anche in questo caso potrete decidere se sarà più conveniente per voi lasciare che se ne occupino gli operai. In caso contrario sarete voi stessi a rimontare e posizionare il mobilio come desiderate.

È possibile anche noleggiare un furgone. Certo, bisogna considerare le giuste dimensioni in base a ciò che dovrà trasportare. Per risparmiare spazio consigliamo di mettere le scatole nei mobili imballati. Noleggiando un furgone sorge, tuttavia, un problema non raro in una città come Roma: il parcheggio! Soprattutto nelle zone più centrali della Capitale, si potrebbero creare inconvenienti riguardo a dove lasciar parcheggiato il furgone, o addirittura se sarà possibile raggiungere l’abitazione con il mezzo o sarà necessario richiedere il passaggio in qualche varco.

Come ottenere il permesso di occupazione suolo pubblico

Una soluzione può essere quella di chiedere l’occupazione del suolo pubblico alla propria circoscrizione. In questo modo si potrà parcheggiare davanti il portone, anticipandosi di alcuni giorni di tempo per lo svolgimento della pratica. Per ottenere il permesso è necessario presentare un dettagliato disegno con la strada, marciapiede, le misure del suolo da occupare e del mezzo, segnalare eventuali strisce gialle, blu o posti riservati ai disabili. Insieme al disegno occorreranno una fotocopia del libretto di circolazione del mezzo, la richiesta e un documento d’identità valido.

Ma non preoccupatevi, non dovete fare tutto da soli! La ditta è sempre a disposizione per montare o smontare i mobili, imballare, per il trasporto (l’autista del furgone che avete noleggiato) per il carico e scarico, specialmente se occorrono strumenti particolari come la scala aerea. Basta chiedere per ricevere un preventivo con il dettaglio di tutti i servizi necessari e un sopralluogo gratuito.

Share this...
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter