Trasloco dei mobili nella nuova casa

L’ultima è fondamentale fase dei traslochi è quella del trasloco dei mobili nella nuova casa. Questa operazione include lo scarico dal furgone, il liberare i mobili dalle scatole e dell’imballaggio, il rimontaggio di essi e la collocazione nella nuova casa.

Trasloco dei mobili: il lavoro della ditta

Nel caso in cui il trasloco dei mobili avvenga utilizzando il servizio di una ditta avete poco a cui pensare. I professionisti penseranno a tutto tenendo sempre ben in mente il primo obiettivo: non danneggiare le vostre cose!

Ricordatevi di segnalare tutte le operazioni che desiderate dalla ditta nel momento in cui chiederete il preventivo per non ricevere brutte sorprese o cambiamenti di prezzo.

Sarà preoccupazione della ditta occuparsi non solo della messa in sicurezza dei mobili, ma anche dei vostri nuovi spazi. In particolare ci sono specifiche procedure per proteggere pavimenti delicati, porte e mura.

Gli operai si occuperanno prima di apporre le necessarie protezioni ai nuovi ambienti, poi penseranno a scaricare i mobili e a portarli dentro casa e nell’apposita stanza ancora imballati, solo dopo li rimonteranno e li collocheranno dove desiderate.

Ricordiamo di segnalare eventuali danni prima che gli operai vadano via! Vi daremo il tempo di controllare che sia tutto in ordine prima di concludere il lavoro, perché ogni segnalazione postuma non verrà presa in considerazione nè coperta dall’assicurazione.

La ditta si occuperà dei mobili, ma sarà il cliente a pensare alla nuova disposizione di oggetti personali e della casa in genere.

Trasloco dei mobili: adattare il vecchio stile a quello nuovo

Questo è compito vostro! Spesso dopo il trasloco dei mobili vecchi nella nuova casa ci si accorge che non fanno la stessa figura, non danno la stessa immagine. Questo perché siete abituati a vederli in un altro contesto, ma non per questo dovrete rassegnarvi! Scatenate l’immaginazione e create un vostro stile d’arredamento magari cambiando qualche colore e posizione, l’effetto finale potrà sorprendervi!

Trasloco dei mobili: la fase del rimontaggio

Nel trasloco dei mobili la fase del rimontaggio e sistemazione dei mobili nella nuova casa è di vitale importanza.

Un elemento che non sempre viene preso in considerazione è la luce del sole, che trasmette energia ed illumina l’ambiente in maniera fantastica, soprattutto nei mesi invernali, quando i raggi solari contribuiscono a riscaldare le stanze. Se la luce dovesse dare fastidio, allora basterebbe chiudere le tende. Cosa ben diversa è impedire alla luce di filtrare dall’esterno. Se mettete mobili e arredi davanti alle finestre ed in prossimità delle porte limitate l’ingresso della luce, che potrebbe irradiarsi anche in altri locali e farvi risparmiare sul costo delle bollette sfruttando la luce naturale.

Inoltre, bisogna tenere sempre presente che ciascuna stanza ha una sua funzione, e sicuramente non quella di essere un magazzino od un deposito per qualche elemento di cui non si ha ancora deciso cosa farne. Riempire, o per meglio dire ingombrare una stanza, finisce per rendere complicata la sua vivibilità. Alzarsi nel pieno della notte ed inciampare perché non ci si ricorda cosa si è lasciato in giro, può essere davvero spiacevole! Ottimizzare lo spazio è la parola d’ordine: il caos sarà minimo, le pulizie saranno più semplici ed avrete solo ciò che vi serve veramente.

E ricordate che praticità e funzionalità sono i primi fattori da considerare quando si arreda casa. Va
bene avere buon gusto, ma non affrettatevi ad acquistare subito mobili e cianfrusaglie, solo perché li avete trovati in saldo o perché magari pensate di non ritrovarli più in commercio. Molto meglio limitarsi ai mobili essenziali in un primo momento. Per i complementi c’è sempre tempo e, con tutta calma, potrete girare per negozi e mercatini, trovando qualcosa da cui poi non vi staccherete più, avendo evitato spese inutili in precedenza.

Share this...
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter