Assicurazioni per traslochi: come funzionano, quanto costano

Le assicurazioni per traslochi sono un argomento delicato ma fondamentale per chi si accinge ad organizzare un trasloco. Il tipo di assicurazione, la gestione di tutele e rischi sono fattori determinanti nella scelta della ditta di traslochi più adatta. Il tipo di assicurazione contribuisce anche a determinare il prezzo del trasloco e la tipologia dei servizi offerti.

Tipi di assicurazioni per traslochi

Ci sono tre principali tipologie di assicurazioni per traslochi:

  • assicurazione trasloco base: è l’assicurazione di base offerta dalla ditta, che copre solitamente i danni provocati dalle cause più comuni, ma non tutti. Riguarda soprattutto la responsabilità civile per conto terzi durante le operazioni di carico e scarico. Spesso non coprono i danni causati dal trasporto;
  • assicurazione trasloco standard: copre tutti i danni alla mobilia e ai propri beni. L’importo massimo di copertura viene stabilito tra la ditta e il cliente, e deve essere ben specificato nel contratto del trasloco;
  • assicurazione trasloco all-risk: questa assicurazione è la più completa e costosa, e copre tutti i mobili e oggetti danneggiati in qualunque circostanza. Questo tipo di assicurazione si adegua anche in casi di trasporti particolari come il traghetto e altri.

Ricordiamo di controllare sempre che la ditta sia autorizzata al trasporto che sia iscritta all’albo degli Autotrasportatori per essere sicuri di avere le tutele necessarie.

Assicurazioni per i traslochi e per la tua casa

Normalmente una polizza assicurativa sul mobilio è un obbligo per gli inquilini perché garantisce
tutti gli oggetti d’arredamento presenti all’interno dell’immobile.

Tale copertura si aggiunge alla responsabilità civile e permette di tutelare i rischi dovuti allo spostamento dei beni portati con sé dall’inquilino. Nei casi in cui si verifichino allagamenti, incendi e furticon l’assicurazione puoi salvaguardare la tua casa. Non si ha quindi una sicurezza solamente al momento del trasloco, ma anche nelle fasi precedenti e successive. Questo tipo di  assicurazione è molto utile ed è un’ulteriore opportunità per garantire la protezione dai danni in qualsiasi situazione.

Non implica una sostituzione delle assicurazioni per i traslochi proposte dalla ditta di traslochi, ma completa le operazioni di trasferimento. In caso si verifichino problemi si potrà verificare la situazione e decidere a quale polizza fare riferimento. Periodicamente si può apportare aggiornamenti dovuti all’acquisto di nuovi oggetti o alla sostituzione di qualche mobile, così da rapportare la copertura al valore effettivo del contenuto dell’immobile.

Bisogna quindi sapere che, una volta deciso il valore di ogni singolo oggetto, nei casi prestabiliti l’assicurazione paga esclusivamente la somma indicata, quindi se si decide di coprire un terzo del valore, l’importo rimborsato si atterrà a tale indicazione. Se si tiene in casa gioielli o denaro contante si deve fare attenzione, perché l’assicurazione per traslochi pone dei limiti al rimborso, quindi si rischia di avere un risarcimento inferiore al reale valore.

Come scegliere le assicurazioni per traslochi

Consigliamo di chiedere consulenza alla ditta, la quale saprà consigliarvi sulla migliore tra le assicurazioni per traslochi in base alle vostre esigenze. La scelta dipende dalla tipologia dei mobili da trasportare, dalla quantità di lavoro e, ovviamente, dal vostro budget massimo. Anche la strada da percorrere dal vecchio mobilio al nuovo farà la differenza, oltre alle condizioni in cui effettuare le operazioni di carico e scarico (il tipo di scale, la presenza di ascensori, l’utilizzo di strumenti particolari come la scala aerea).

Share this...
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter